Dieta Doc | Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF)
15076
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15076,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,transparent_content,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.4,vc_responsive

LETTERATURA SCIENTIFICA

Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (W.C.R.F.)

WCRFI

La prevenzione dei tumori con la ricerca e la divulgazione delle loro cause promossa dal WCRF.

Nel 2007 il WCRF ha concluso un’opera ciclopica di revisione di tutti gli studi scientifici sul rapporto fra alimentazione e tumori alla quale hanno contribuito oltre 150 ricercatori, epidemiologi e biologi, di circa cinquanta centri di ricerca fra i più prestigiosi del mondo. I risultati della ricerca scientifica sono stati riassunti in 10 raccomandazioni, tutte confermate dagli studi successivi.

Di tutti i fattori che si sono dimostrati associati a un maggior rischio di cancro, quello più solidamente dimostrato è il sovrappeso. Le persone grasse si ammalano di più di tumori della mammella, dell’endometrio, del rene, dell’esofago, dell’intestino, del pancreas e della cistifellea.

 

 

Le 10 raccomandazioni WCRF sono:

1) Mantenersi snelli per tutta la vita.

 

2) Mantenersi fisicamente attivi tutti i giorni.

 

3) Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica ed evitare il consumo di bevande zuccherate.
Sono generalmente ad alta densità calorica i cibi industrialmente raffinati, precotti e preconfezionati, che contengono elevate quantità di zucchero e grassi, quali i cibi comunemente serviti nei fast food. Importante la differenza fra i termini limitare ed evitare. Se occasionalmente si può mangiare un cibo molto grasso o zuccherato (mai quotidianamente) l’uso di bevande gassate e zuccherate è invece da evitare, perché forniscono abbondanti calorie senza aumentare il senso di sazietà.

 

4) Basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, con cereali non industrialmente raffinati e legumi in ogni pasto e un’ampia varietà di verdure non amidacee e di frutta.
Sommando verdure e frutta sono raccomandate almeno 5 porzioni al giorno (per circa 600g); fra le verdure non devono essere contate le patate.

 

5) Limitare il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate.
Le carni rosse comprendono le carni ovine, suine e bovine, compreso il vitello. Non sono raccomandate, ma per chi è abituato a mangiarne si consiglia di non superare i 500 grammi alla settimana. Le carni conservate (comprendenti ogni forma di carni in scatola, salumi, prosciutti, wurstel), vanno abolite.

 

6) Limitare il consumo di bevande alcoliche.
1 bicchiere di vino da 120 ml al giorno per le donne e 2 per gli uomini, solamente durante i pasti.

 

7) Limitare il consumo di sale (non più di 5 g al giorno) e di cibi conservati sotto sale.
Evitare cibi contaminati da muffe (in particolare cereali e legumi). Assicurarsi quindi del buon stato di conservazione dei cereali e dei legumi che
si acquistano, ed evitare di conservarli in ambienti caldi e umidi.

 

8) Assicurarsi un apporto sufficiente di tutti i nutrienti essenziali attraverso il cibo.
Di qui l’importanza della varietà. L’assunzione di supplementi alimentari (vitamine o minerali) per la prevenzione del cancro è invece sconsigliata.

 

9) Allattare i bambini al seno per almeno sei mesi.

 

10) Nei limiti dei pochi studi disponibili sulla prevenzione delle recidive, le raccomandazioni per la prevenzione alimentare del cancro valgono anche
per chi si è già ammalato. E comunque non fare uso di tabacco.

In questi anni si è cercata una risposta a queste domande:

 

1) E’ possibile perdere peso semplicemente seguendo un’alimentazione adeguata, in qualità e quantità, e nello stesso tempo prevenire i processi morbosi legati alle cattive abitudini alimentari?

 

2) E’ possibile trasferire le conoscenze medico-scientifiche in cucina e rendere gustosi i piatti nel pieno rispetto delle linee guida per una sana e corretta alimentazione?

 

Noi lo abbiamo fatto, si chiama Dieta Doc.

DIETA DOC è

piatti pronti a casa tua

Chef professionisti seguono le ricette e le precise indicazioni del nostro Team Medico e cucinano piatti bilanciati, sani e gustosi che noi portiamo freschi a casa tua.

Riduzione del Carico Glicemico

Dieta Doc utilizza solo farine e cereali integrali per ridurre i carboidrati a elevato Carico Glicemico ed evitare così i picchi glicemici.

Riduzione dei Grassi saturi

Dieta Doc ha ridotto l’utilizzo di Grassi saturi di origine animale in tutti i suoi piatti per mantenere in salute le cellule e migliorare lo scambio membranale dei segnali neuro-umorali.

Promotori di salute

Usiamo ingredienti di prima qualità, alcuni Bio e a chilometro zero, erbe fresche e spezie cui la letteratura scientifica assegna un ruolo importante nella prevenzione di numerose patologie.

piatti pronti dietetici
piatti pronti dietetici
0